Nuovo decreto Coronavirus: multe da 400 a 3000 euro per chi sgarra!

Si inaspriscono le multe e si specifica che i Governatori regionali potranno adottare misure più restrittive. Aziende e negozi rischiano la chiusura fino a 30 giorni

Data:
26 Marzo 2020
Immagine non trovata

Decreto legge 25 marzo 2020 n.19


Nella Gazzetta Ufficiale n.79 del 25 marzo è stato pubblicato il nuovo decreto-legge sul Coronavirus n.19 del 25 marzo e in vigore da oggi 26 marzo 2020, che introduce multe da 400 a tremila euro per chi aggira le misure per arginare la diffusione del Covid-19.

Queste le misure in pillole:

  • multe (sanzioni amministrative) da 400 a 3.000 euro per chi non rispetta i divieti di circolazione e le regole di contenimento (al posto di denuncia penale e sanzione di 209 euro). Non è prevista la confisca di auto, moto e veicoli;
  • stop da 5 a 30 giorni per le attività commerciali e le attività produttive che non rispettano i divieti;
  • alla scadenza dei divieti di circolazione e chiusura di scuole, bar, ristoranti, parchi e di tutte le altre attività che sono state fermate, sarà possibile adottare nuove restrizioni su specifiche parti del territorio nazionale ovvero, se occorre, sulla totalità di esso, purché abbiano una durata non superiore a 30 giorni, reiterabili e modificabili anche più volte fino al 31 luglio 2020, e con possibilità di modularne l’applicazione in aumento ovvero in diminuzione secondo l’andamento epidemiologico del virus;
  • possibilità, per i presidenti delle Regioni di emettere ordinanze più restrittive nei territori a maggiore circolazione del virus, con effetto per 7 giorni purché convalidate entro 7 giorni con decreto del presidente del consiglio dei ministri (DPCM), unica autorità in grado di disporre in via urgente e temporanea misure che comprimono le libertà costituzionali;
  • lo stesso vale per le ordinanze dei sindaci rispetto al presidente della regione o al presidente del consiglio dei ministri che deve confermarle entro 7 giorni con decreto.

Scarica il testo in allegato!


Fonte: Omnia del Sindaco

Ultimo aggiornamento

Giovedi 24 Settembre 2020